domenica 2 ottobre 2011

Settimana Vegetariana Mondiale

Come alcuni forse sapranno, dal 1 al 7 ottobre ricorre la Settimana Vegetariana Mondiale, all'interno della quale ci sono anche la Giornata Vegetariana, 1 ottobre, e la Giornata degli Animali, il 4 ottobre.



Trovate maggiori informazioni sul sito ufficiale http://www.vegetarianweek.org/, dal quale sono arrivata al sito italiano Agire Ora.

Potrebbe essere l'occasione per conoscere un "mondo" nuovo, nuovi sapori ed esperienze dirette, per approfondire le argomentazioni etiche, salutistiche, ambientali che stanno alla base della scelta vegana/vegetariana.

Dopo un anno e mezzo devo ammettere che essere vegetariani a volte è tutt'altro che semplice, sicuramente quando si va a mangiare fuori ma anche quando si fa la spesa... per esempio, lo sapevate che la maggior parte del pane è fatto con lo strutto, cioé grasso animale? E che gran parte dei i formaggi hanno il caglio, un enzima estratto dallo stomaco dei vitelli? E questi sono solo due degli innumerevoli prodotti che nascondono ingredienti di origine animale.
Ma ormai la strada è intrapresa e devo dire che non tornerei indietro! La carne non mi manca, la sostituisco benissimo con altre cose, primo fra tutte il seitan; buonissimo, approvato anche da Stewie ;)

Apro una parentesi, perché molti forse si chiedono che differenza c'è tra vegetariani, vegani, ecc.
Ho trovato una classificazione chiara su wikipedia

Diete vegetariane:
  • latto-ovo-vegetariana, che esclude in toto carne e pesce: è la dieta vegetariana classica universalmente nota
  • ovo-vegetariana, che esclude tutti i prodotti di derivazione animale tranne le uova
  • latto-vegetariana, che esclude tutti i prodotti di derivazione animale tranne latte e latticini
  • vegan, detta anche vegetaliana, che non prevede l'assunzione di alcun derivato animale
  • crudista, composta da soli alimenti vegetali non sottoposti a trattamenti termici, principalmente per ragioni salutistiche
  • fruttariana, composta da soli frutti da semi, principalmente per ragioni etiche biocentriche
Anche le motivazioni che spingono a una tale scelta sono diverse, ma principalmente:
  • Etica
  • Salute
  • Ambiente
Per affrofondire c'è sempre la mitica Wikipedia :)


Ecco, diciamo che io mi colloco a metà tra un vegetariano e un vegano, infatti uova e latte non li ho esclusi (si trovano in un sacco di preparati industriali, torte, biscotti, ecc.)

Una cosa che ho notato da quando sono vegetariana è questa:
- Ci sono alcuni veg*ani (=vegetariani e/o vegani) che si sentono superiori ai non veg*ani e diventano aggressivi e maleducati. Addirittura, che c'è anche chi tra i vegani si sente superiore ai vegetariani... insomma un'assurdità...
- Alcuni non veg*ani si mettono sulla difensiva e diventano aggressivi nei confronti di una persona che ha scelto di diventare veg*ana

Non capisco davvero perché una persona che ha fatto una scelta personale di vita debba venire addirittura attaccata o schernita.

Se vi interessa, ecco qualche altra cosina sull'argomento:
Ho trovato questa interessante mappa sul sito del Corriere della Sera, dove è indicata la percentuale di vegetariani nei vari paesi del mondo... Guardate l'Italia come è messa...



Questo video, Earthlings:



Una cosina simpatica, un video con alcuni dei vegetariani più famosi :)



C'è da dire che quando si intraprende questa strada non si smette mai di imparare cose nuove, non ci si può mai considerare "arrivati", e questa forse è la cosa più bella :)

ari

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails